Archivio

Archivio Dicembre 2006

L?ultimo saluto ad Alessio e Riccardo

21 Dicembre 2006 3 commenti

Oltre un migliaio di persone questo pomeriggio hanno raggiunto il Duomo di Torino per salutare per l?ultima volta Alessio e Riccardo.
Tutta la Juventus era presente: giocatori, tecnici, dirigenti. E? stata una cerimonia toccante, durante la quale i compagni di squadra e di scuola hanno letto ricordi e pensieri dedicati ai loro amici. Pubblichiamo di seguito le parole scritte da un ragazzo della Berretti della Juventus e dedicate al suo capitano, Riccardo Neri.

Bei ricordi in un anno e quattro mesi
iniziando dal primo ritiro in camera a fare gli scemi,
ogni tanto una chiacchierata piacevole e simpatica.
Tu eri così?allegro, sorridente, anche vincente?
Lo scudetto è il ricordo perfetto.
Delle volte facevi follia
Scroccando qualche merendina in camera mia,
l?ultima fotografia è una pizza in compagnia.
La passione è stata il tuo dolore,
la consapevolezza di ognuno
è che anche lassù sarai il numero 1.
Tutto questo non lo meritavi,
delle volte la vita è ostile nei confronti di chi ha tanta bontà,
lassù la tua stella ogni sera brillerà?
la forza per essere qui a leggere queste parole
me l?hai data Tu e ti ringrazio di cuore
l?ultima cosa che vorrei fare
è salutarti e onorare un ragazzo da stimare.
Ciao Capitano
mio Capitano

Un dolore immenso

16 Dicembre 2006 Commenti chiusi

La scomparsa di Alessio Ferramosca e Riccardo Neri ha sconvolto la Juventus. La Prima squadra, pur dovendo proseguire l?attività agonistica, non si è allenata allo Juventus Center di Vinovo, in segno di rispetto del lutto che ha colpito le famiglie dei due ragazzi e la società. L?allenamento odierno si è quindi svolto, in un clima di profonda tristezza, allo stadio Olimpico, dove si sono recati anche il presidente Giovanni Cobolli Gigli, l?amministratore delegato Jean?Claude Blanc e il direttore sportivo Alessio Secco, che hanno voluto essere vicini alla squadra in questo difficile momento. Cobolli Gigli e Blanc si sono successivamente recati al pensionato che ospita la squadra Berretti, per stringersi ai compagni di squadra di Alessio Ferramosca e Riccardo Neri e all?allenatore Schincaglia.

Anche domani la Juventus si allenerà all?Olimpico.

Juventus-Verona 1-0

10 Dicembre 2006 2 commenti

La Juventus centra la settima vittoria su sette gare giocate all?Olimpico grazie ad un gran gol di Camoranesi al 9? della ripresa.

Vivace avvio dei bianconeri che si propongono in avanti con il trio Palladino, Bojinov, Zalayeta, quest?ultimo al rientro dall?infortunio. Il primo a cercare il bersaglio è l?attaccante bulgaro che al 13?, servito dall?uruguayano, spedisce alto sopra la traversa. Poi tocca a Palladino, che al 20? tenta di sfruttare un assist di Camoranesi, ma viene anticipato in uscita dal portiere, mentre al 25? con uno strepitoso tiro da fuori area colpisce il pieno la traversa. Alla mezzora, una punizione di Bojinov viene parata da Pegolo. Un minuto più tardi, bella azione di Zalayeta in area avversaria, ma il suo diagonale sotto porta è troppo forte per essere intercettato da uno dei compagni in arrivo. Nel finale di tempo anche il Verona prova a farsi avanti, ma non crea particolari problemi alla difesa bianconera, mentre è Camoranesi, nel primo dei due minuti di recupero concessi dall?arbitro, a far partire un gran tiro che termina di poco a lato.

La ripresa inizia a formazioni invariate e con la squadra di Deschamps sempre più determinata a sbloccare il risultato. Dopo un primo minuto di fuoco, in cui sfiorano il bersaglio due volte Zalayeta e una Zebina, arriva il meritato vantaggio ad opera dell?ex di turno, Mauro Camoranesi.Servito da Palladino dalla sinistra, Camo di testa spedisce in rete (1-0). Blanda la reazione del Verona, affidata ad una punizione dal limite di Italiano terminata a lato. E? invece la Juventus a continuare a fare il gioco, tentando di aumentare il bottino, ancora con Camoranesi, prima di piede, poi di testa (15? e 19?). Al 22? tocca a Del Piero, entrato pochi minuti prima per Bojinov, a mettere in difficoltà il portiere avversario. Alex non si arrende e ci riprova al 31? di testa e al 35? con una conclusione sulla quale Pegolo si salva in angolo. Dopo quella di Bojinov con Del Piero, Deschamps opera altre due sostituzioni: De Ceglie rileva Zalayeta, mentre Marchisio, vittima di un affaticamento all?adduttore sinistro, lascia spazio a Piccolo, all?esordio dopo il lungo infortunio che lo ha tenuto ai box nella prima parte della stagione. Poche le emozioni nei minuti finali, con la Juventus che tiene saldamente in pugno la partita.

RETI: 9?st Camoranesi

JUVENTUS: Buffon, Zebina, Kovac, Boumsong, Chiellini, Camoranesi, Paro, Marchisio (43?st Piccolo), Palladino, Bojinov (17?st Del Piero), Zalayeta (34?st De Ceglie). All. Deschamps. A disposizione: Mirante, Guzman, Urbano, Venitucci.

VERONA: Pegolo, Pedrelli, Perticone, Turati (33?st Comazzi), Mancinelli, Italiano, Mazzola (8?st Nieto) Guarente (17?st Greco), Pulzetti, Iunco, Cossu. All. Ficcadenti. A disposizione: Loschi, Cutolo, Dianda, Magliocchetti.

ARBITRO: Pierpaoli

AMMONITI: 13?st Zebina, 16?st Cossu, 49?st Pulzetti

SPETTATORI: 18.097

INCASSO: 292.285,50

Genoa?Juventus 1?1

3 Dicembre 2006 1 commento

Marassi accoglie la Juventus con uno straordinario colpo d?occhio e gli spalti completamente esauriti. Tra le file dei bianconeri ci sono ancora diverse assenze eccellenti e Deschamps ripropone Palladino e Bojinov in avanti, supportati dalla coppia Paro?Marchisio a centrocampo. Non ci sono dunque sorprese sulla formazione, ma c?è n?è una graditissima, riguardo allo staff della Juventus: Gianluca Pessotto fa il suo esordio ufficiale da Team Manager.

La partita è vivace sin dai primi minuti e i bianconeri si rendono subito pericolosi con Palladino che al 4? mette in rete una conclusione da fuori area di Marchisio, ma il gol viene annullato per fuorigioco dell?attaccante. Il Genoa risponde con un tiro di Coppola, respinto da Buffon e con un destro di Greco, alto di poco. Si gioca su ritmi elevati, ma i due portieri non corrono grossi rischi, almeno sino al 32?, quando sugli sviluppi di un calcio d?angolo per il Genoa, Longo termina a terra dopo un contrasto con Birindelli e il signor Farina indica il dischetto del rigore. Adailton si incarica della battuta, ma Buffon si distende sulla sua sinistra e para. Il numero uno bianconero si fa vedere anche al 41?, quando devia sul fondo un insidioso diagonale di Fabiano. E? questa l?ultima occasione di un primo tempo vibrante che si chiude in parità.

In avvio di ripresa è Greco ad impegnare Buffon, che blocca comunque senza problemi il suo colpo di testa, mentre al 7? ci prova Coppola, ma Gigi è ancora bravo a deviare la conclusione. La Juventus risponde dieci minuti dopo con Marchisio che dal limite dell?area lascia partire un destro potente, alto di poco. Al 21? è bravo Bojinov a rubare il pallone a De Rosa in area e ad andare alla conclusione, deviata però in angolo. Poco dopo botta e risposta tra Adilton e Nedved: a distanza di un minuto l?uno dall?altro vanno entrambi alla conclusione di testa; quella del brasiliano termina a lato, mentre quella di Pavel viene respinta da Barasso. Il portiere genoano però non può far nulla al 26? sulla punizione che il centrocampista ceko calcia con potenza e precisione dalla sinistra, mettendo il pallone sotto l?incrocio dei pali (0?1). Dopo il vantaggio dei bianconeri la partita si infiamma: la Juventus potrebbe raddoppiare al 28?, ma Barasso blocca a terra il colpo di testa di Boumsong. Al 29? invece, arriva il pareggio del Genoa: Greco libera Juric in area, tocco sotto il pallone a scavalcare Buffon e gol dell?1?1. Al 35? Deschamps manda in campo Zebina al posto di Birindelli e sette minti più tardi ancora Boumsong si rende pericoloso, deviando di testa una punizione di Camoranesi, ma il pallone termina sul fondo. Nel finale la Juventus prova a far sua la partita, ma il Genoa si chiude bene e quando Nedved, al 47?, viene espulso per un intervento su Bega, la gara è praticamente chiusa. Termina 1?1, con i bianconeri che ottengono comunque un punto prezioso.

GENOA?JUVENTUS 1?1

RETI: 26? st Nedved, 29? st Juric

GENOA: Barasso; Bega, De Rosa, Criscito; Botta, Coppola, Longo (27? st Diogo), Fabiano (33?st Stellini); Adailton, Juric (37? st Zeytulaev), Greco
A disposizione: Rubinho, Biasi, Lopez, Forestieri
All. Gasperini

JUVENTUS: Buffon; Birindelli (35? st Zebina), Kovac, Boumsong, Balzaretti; Camoranesi, Paro, Marchisio, Nedved; Bojinov, Palladino
A disposizione: Mirante, Chiellini, De Ceglie, Venitucci, Guzman, Maniero
All. Deschamps

AMMONITI: 31? p.t. Birindelli, 37? pt Greco, 10? st De Rosa, 12? st Paro, 14? st Balzaretti, 35? st Nedved, 43? st Zebina

ESPULSI: 47? st Nedved

ARBITRO: Farina