Home > Serie A > Juventus ? Lecce 4-1

Juventus ? Lecce 4-1

27 Novembre 2006

Dopo un primo tempo senza tante emozioni, arriva una ripresa scoppiettante. Passata in svantaggio al 17?, la Juventus ribalta il risultato grazie alla doppietta di Bojinov. Poi arrivano i gol di Palladino e De Ceglie per il 4-1 finale.

Contro il Lecce, Deschamps manda in campo una squadra molto giovane, in particolare la coppia di centrocampisti centrali, Paro e Marchisio, e quella di attaccanti, Bojinov e Palladino, oltre al portiere Mirante che sostituisce lo squalificato Buffon. E? l?estremo difensore bianconero ad essere impegnato per primo, al 2?, quando esce su Babù, entrato in area dalla destra. Poi è la Juventus che si fa sotto e sfiora il vantaggio con Balzaretti, che al 7? colpisce il palo. Un?altra occasione da gol per la squadra di Deschamps arriva al 16?, quando Camoranesi serve in area Bojinov. L?attaccante bulgaro, ostacolato da un avversario, prova a sorprendere il portiere, che invece intercetta il pallone, arriva Nedved in corsa, ma spedisce alto. Al 26? un sinistro di Balzaretti viene bloccato dal portiere, stessa sorte per una conclusione di Vives dalla distanza sei minuti più tardi. Nell?ultimo quarto d?ora non ci sono altre occasioni da gol, infatti il primo tempo si chiude senza reti.

La ripresa inizia a formazioni invariate e si dimostra subito ben più vivace rispetto ai primi 45?. I bianconeri provano a rendersi pericolosi con Paro su punizione, ma Benussi para. Risposta di Babù con un tiro alto. Al 9? Camoranesi lancia Bojinov, il cui rasoterra finisce di poco a lato, mentre Giacomazzi, sull?altro fronte, ci prova di testa, ma manda alto. Il Lecce prende coraggio e dopo averci provato con Valdes, passa momentaneamente in vantaggio con il neo entrato Osvaldo che, su cross dalla destra di Angelo, da due passi mette in rete (0-1). Poi è Bojinov show: al 19? ruba palla ad un avversario, si avvicina all?area di rigore e fa partire un gran tiro che finisce dritto in porta (1-1). Passano dieci minuti e l?attaccante bulgaro mette a segno il 2-1 con una splendida punizione da trenta metri (19?). Il Lecce intanto era rimasto in dieci (24?) per l?espulsione di Diamoutene per doppia ammonizione. Deschamps fa esordire il giovane Venitucci, in campo per Marchisio, poi sostituisce Balzaretti con Chiellini. Nel finale di gara, Palladino si rende pericoloso in almeno tre occasioni e alla quarta mette a segno, su assist di Camoranesi, il 3-1. Ma non è finita: nel terzo minuto supplementare arriva il 4-1 firmato da De Ceglie, entrato in campo pochi minuti prima al posto dell?applauditissimo Bojinov: Palladino parte in contropiede, serve De Ceglie sulla sinistra che con uno splendido rasoterra batte Benussi. E? festa all?Olimpico, con i giocatori sotto la curva.

JUVENTUS ? LECCE 4-1
RETI: 17?st Osvaldo, 19? e 29? st Bojinov, 46?st Palladino, 48?st De Ceglie
JUVENTUS: Mirante; Birindelli, Kovac, Boumsong, Balzaretti (39?st Chiellini); Camoranesi, Paro, Marchisio (28?st Venitucci), Nedved; Bojinov (42?st De Ceglie), Palladino. All. Deschamps. A disposizione: Belardi, Urbano, Giovinco, Maniero
LECCE: Benussi; Angelo, Diamoutene, Schiavi (30?pt Petras), Rullo; Giacomazzi, Juliano (21?st Camorani), Vives; Babù, Cozzolino (15?st Osvaldo), Valdes. All. Zeman. A disposizione: Rosati, Polenghi, Caccavallo, Herzan
ARBITRO: Gervasoni
AMMONITI: 36?pt Balzaretti, 4? e 24? st Diamoutene, 11?st Nedved, 20?st Bojinov, 28?st Vives, 38?st Osvaldo
ESPULSI: 24?st Diamoutene per doppia ammonizione
SPETTATORI: 17.081
INCASSO: 293.399,50

  1. cex
    28 Novembre 2006 a 20:29 | #1

    Nessuna squadra in Italia ha tanti giovani cosi bravi e’ uno spettacolo vederli giocare con tanto entusiasmo , sono destinati ad aprire un ciclo molto ma molto lungo ,complimenti alla societa’ che ha creduto in loro

  2. Dave71
    29 Novembre 2006 a 10:40 | #2

    Sabato sono stati davvero bravi a ribaltare il risultato e vincere poi alla grande! Paro ormai fà parte in pianta stabile del nuovo ciclo della Juve, come anche Marchisio. De Ceglie, che ha segnato un bellissimo gol, è designato ad essere il nuovo Zambrotta, anche se molto probabilmente l’anno prossimo lo daranno in prestito a qualche squadra per fargli fare esperienza! Insomma i giovani si stanno dando da fare alla grande per riportare la nostra Vecchia Signora in A e vincere così il campionato cadetto!!!

I commenti sono chiusi.