Archivio

Archivio Ottobre 2006

Del Piero: ?Sono strafelice!?

30 Ottobre 2006 2 commenti

Alex Del Piero non si ferma mai. Oggi, contro il Frosinone, ha fatto 200, ma guarda già al prossimo traguardo, perché la sua storia in bianconero ha ancora tantissimi capitoli da scrivere: ?Sono strafelice, per il gol e per la vittoria. La rete numero 200 con la maglia della Juventus non rappresenta un traguardo, ma un?altra tappa della mia lunga vita in bianconero. Ho ancora tanti gol da fare, abbiamo tante vittorie da conquistare. Il legame con questa società e con i suoi tifosi è molto forte, ci siamo tolti assieme tante belle soddisfazioni?. Gli chiedono quanto aspettasse questo gol: ?In realtà erano solo tre partite, ma se ne è parlato così tanto?. Non era un?ossessione, è normale che un attaccante il gol lo cerchi sempre con insistenza, indipendentemente da cosa rappresenta. Ovviamente questo ha un significato particolare?. Del Piero, alla domanda relativa ai gol a cui è più affezionato, ne cita alcuni: ?Quello nell?Intercontinentale, il primo in Champions League, il primo in assoluto nella Juventus, quello del record, quello contro la Fiorentina nell?anno del primo scudetto. Sono tanti, alcuni li ricordo per come li ho realizzati, altri per il significato che avevano in quel particolare momento?. Bravo Alex! E, come ha detto lo speaker a fine gara, altri 200 di questi gol!

Tutti i gol di Alex

In omaggio al nostro grande capitano che oggi ha segnato il gol numero 200 in maglia bianconera, ecco tutte le sue reti stagione per stagione:
1993/94
Campionato 5

1994/95
Campionato 8
Coppa Italia 1
Coppa UEFA 1

1995/96
Campionato 6
Coppa Italia 1
Champions League 6

1996/97
Campionato 8
Champions League 4
Supercoppa Europea 2
Coppa Intercontinentale 1

1997/98
Campionato 21
Copa Italia 1
Champions League 10

1998/99
Campionato 2
Supercoppa Italiana 1

1999/00
Campionato 9
Coppa Italia 1
Torneo Intertoto 1
Coppa UEFA 1

2000/01
Campionato 9

2001/02
Campionato 16
Coppa Italia 1
Champions League 4

2002/03
Campionato 16
Supercoppa Italiana 2
Champions League 5

2003/04
Campionato 8
Coppa Italia 3
Champions League 3

2004/05
Campionato 14
Champions League 2
Preliminari Champions 1

2005/06
Campionato 12
Coppa Italia 5
Champions League 3

2006/07
Campionato 3
Coppa Italia 3

Triestina ? Juventus 0-1

22 Ottobre 2006 1 commento

La Juventus porta a casa la sesta vittoria consecutiva battendo la Triestina per 1-0 grazie al gol di Cristiano Zanetti. Due reti in 6 giorni per il centrocampista bianconero che aveva deciso anche la sfida di Treviso lunedì scorso. E? il 33? quando la Juventus passa in vantaggio dopo una prima mezzora non particolarmente emozionante in cui la Triestina, partita bene, è riuscita a tenere a bada le avanzate della squadra di Deschamps. Poche le occasioni da gol fino al vantaggio bianconero, se si escludono una punizione di Del Piero terminata alta (11?) e un paio di tiri di Zanetti (8?) e Trezeguet (16?) entrambi finiti fuori. La Triestina prova qualche avanzata, ma la difesa non si fa trovare impreparata. Poi il gol di Zanetti: tutto nasce da una punizione di Camoranesi che viene respinta dalla difesa. La palla arriva a Nedved che prova il tiro, ancora un salvataggio della retorguardia della Triestina, ma il pallone torna al centrocampista ceko, cross a centro area per Zanetti che di destro spedisce in rete (0-1). Nell?ultimo quarto d?ora annullato un gol a Kyriazis (36?), mentre Trezeguet da un lato e Piovaccari dall?altro provano a fare centro, ma in un caso la difesa, nell?altro Buffon, hanno la meglio.

La ripresa inizia con una sola sostituzione: in campo Graffiedi per Testini nella Triestina. Ed è proprio il neo entrato a far meritare applausi a Buffon per una splendida parata su una sua insidiosa conclusione all?8?. Il portiere bianconero aveva scaldato i motori qualche minuto prima (2?) parando un colpo di testa di Kyriazis. Bene anche il portiere avversario, che al 3? neutralizza un tiro di Trezeguet e al 14? un gran sinistro di Nedved. Al 22? della ripresa Deschamps opera la prima sostituzione: in campo Zalayeta al posto di Del Piero che rimanda così l?appuntamento con l?atteso gol numero 200. Tre minuti più tardi i bianconeri si ritrovano in dieci uomini per l?espulsione di Chiellini (doppia ammonizione). Così Deschamps fa uscire Trezeguet e manda in campo Balzaretti. I padroni di casa cercano di recuperare lo svantaggio, ma i bianconeri sono attenti. Anche la Triestina resta in dieci: è il 39? quando Nedved parte in contropiede e viene atterrato da Marchini che riceve dall?arbitro il cartellino rosso. Negli ultimi minuti pericolosi Kyriazis con un tiro che termina a lato (41?) e il neo entrato Ruopolo (48?), bravo Buffon a risolvere una mischia nella propria area, mentre sull?altro fronte è Paro, entrato al posto di Giannichedda, ad impegnare Rossi. Al fischio finale la Juventus festeggia la sua sesta vittoria consecutiva in sette partite.

TRIESTINA-JUVENTUS 0-1

RETI: 33?pt Zanetti

TRIESTINA: Rossi, Kyriazis, Lima, Mignani, Pesaresi; Marchini, Allegretti, Briano (29?st Eliakwu); Kalambay, Testini (1?st Graffiedi); Piovaccari (36?st Ruopolo). All. Agostinelli. A disposizione: Dei, Abruzzese, Pivotto, Rossetti.

JUVENTUS: Buffon, Birindelli, Kovac, Boumsong, Chiellini; Camoranesi, Giannichedda (43?st Paro), Zanetti, Nedved; Trezeguet (26?st Balzaretti), Del Piero (22?st Zalayeta). All. Deschamps. A disposizione: Mirante, Legrottaglie, Marchionni, Bojinov.

ARBITRO: Bergonzi

AMMONITI: 12?pt e 25?st Chiellini, 23?pt Trezeguet, 32?st Kalambay, 38?st Birindelli

ESPULSI: 25?st Chiellini per doppia ammonizione, 39?st Marchini

A Trieste, dopo 47 anni

19 Ottobre 2006 Commenti chiusi

Terza trasferta consecutiva per la Juventus che, dopo Piacenza e Treviso, torna nel nord est, per affrontare la Triestina, in una sfida che manca dal lontano 1959, ultimo anno in serie A degli alabardati. Gli uomini di Deschamps sono a caccia del sesto successo in fila che cancellerebbe definitivamente il segno meno davanti ai punti in classifica; un primo obiettivo che per i bianconeri si tradurrà in un?ulteriore motivazione. La Triestina, che ha otto punti in classifica e una partita da recuperare come la Juventus, ha come obiettivo dichiarato un campionato tranquillo, che consenta di raggiungere la salvezza senza patemi. In realtà, la squadra merita grande considerazione e ha il potenziale per inserirsi nella lotta play-off, in virtù di una campagna acquisti di tutto rispetto e di un gioco tremendamente pratico. Il tecnico Agostinelli mette in campo un 4-4-2 che, sulle fasce, può contare su due terzini esperti come Pivotto a destra e Pesaresi a sinistra. A centrocampo il faro è Riccardo Allegretti, che garantisce personalità e geometrie. Quello avanzato poi è forse il reparto più interessante degli alabardati, con Emiliano Testini, punta velocissima e di esperienza, Mattia Graffiedi, sei reti lo scorso anno nel Modena, e Eliakwu, giovane di 21 anni, scuola Inter, possibile rivelazione.

L?entusiasmo di Bojinov

14 Ottobre 2006 Commenti chiusi

?Lavoro ogni giorno per mettere in difficoltà il mister, qui lo fanno tutti ed è per questo che è un gruppo eccezionale?. Valeri Bojinov è sempre più entusiasta della sua avventura in bianconero e poco importa se non sempre può partire titolare: ?Non sto giocando molto, è vero, ma vivo questa situazione come se scendessi sempre in campo. Il mio pensiero è rivolto ad allenarmi ogni giorno e ad imparare dai tanti campioni che ci sono qui. Vedere Trezeguet, come si muove e conclude, Del Piero, come mette il pallone sotto l?incrocio Nedved, che ringrazio per le belle parole spese nei miei confronti, ?Mi auguro un giorno di diventare come loro?. In particolare Valeri segue l?esempio del capitano: ?Alex è un campione dentro e fuori dal campo; anche quando in passato non giocava sempre, non si è mai lamentato, non ha mai detto una parola fuori posto. E? davvero un esempio per me?. Riguardo alla possibile riduzione dei punti di penalizzazione: ?Nessuno ci regala niente. Stiamo facendo molto bene e dobbiamo continuare così. Se ci toglieranno dei punti saremo felici, ma in ogni caso noi dobbiamo solo pensare a giocare e a vincere. Quando si indossa questa maglia non si può fare altrimenti, perché siamo la Juve. Far parte di questa squadra è la cosa più bella per un calciatore e quando avrò dei figli, potrò raccontare loro di esserci stato?.
Sulla sfida di lunedì sera: ?Lo scorso hanno ho incontrato il Treviso due volte, e so che è una squadra che può metterti in difficoltà, specie in casa. Ora stanno facendo bene, ma noi non dobbiamo temere nessuno: ripeto, noi siamo la Juve, al massimo sono le altre squadre a dover avere paura di noi?. Tanta determinazione viene dall?ambiente bianconero o dal carattere? ?Da entrambe le cose. Io sono fatto così, voglio sempre vincere, anche durante le partitelle e poi dico sempre quello che penso e, come ho già detto più volte, credo che la Juve sia la squadra più forte?.

Arbitrato

11 Ottobre 2006 2 commenti

L?udienza presso la Camera di Arbitrato del Coni, in programma questa mattina alle 9.30, è durata circa un?ora e mezza. All?uscita, il nostro presidente Giovanni Cobolli Gigli si è detto soddisfatto: ?”Ci aspettiamo una sostanziosa riduzione della pena. E’ andata come ci aspettavamo. Sono soddisfatto perché è stato un dibattito serrato, in cui abbiamo fatto valere le nostre argomentazioni, e la controparte ha fatto altrettanto. Ora da parte nostra c’é grande fiducia, quindi sono ottimista, anche se la sentenza non arriverà prima della fine del mese”.

Il nuovo Hurrà Juventus è in edicola

6 Ottobre 2006 2 commenti

E? in edicola il numero di ottobre di Hurrà Juventus. La copertina è dedicata a Gigi Buffon, che nelle pagine del nostro magazine, spiega la sua scelta di continuare a difendere la porta della Juventus. Proprio Gigi, a pari merito con Zoff, è il vincitore del referendum sui migliori numeri uno della storia della Juventus; abbiamo così chiesto al grande Dino di parlarci del suo erede in un?intervista esclusiva. Ampio spazio è poi dedicato ai ritratti di Matteo Paro, dei nuovi arrivati Jean Alain Boumsong ed Emanuele Belardi, e del nuovo responsabile degli osservatori Pasquale Sensibile ma non è finita: ci sono i consueti servizi sulla storia dei più grandi campioni bianconeri, le pagine dedicate al settore giovanile, le rubriche, le news, i giochi?insomma tutto, ma proprio tutto sul fantastico mondo Juventus.

Del Piero: ?Siete la nostra arma in più?

3 Ottobre 2006 Commenti chiusi

Alex, dopo quattro vittorie consecutive con la Juve, torni in Nazionale con il morale alle stelle?
?Sì, è un buon momento. Abbiamo centrato un filotto importante, segniamo con continuità e rischiamo pochissimo. Le cose si sono messe per il verso giusto, ma attenzione a non mollare!? La squadra gira e anche tu sei in ottima forma, anche se hai iniziato la preparazione più tardi rispetto a molti compagni.
?Sto bene, è vero. Forse non sono ancora al 100%, ma non manca molto e lo stesso discorso vale anche per gli altri che, come me, si sono uniti al gruppo dopo il ritiro. Abbiamo lavorato con grande impegno e i risultati si vedono?.
Sei ad un passo dall?ennesimo storico traguardo con la maglia della Juventus, i 200 gol, e per un pelo non l?hai raggiunto a Piacenza?
?E? un record importante, me ne rendo conto, ma non vivo la situazione con ?l?ansia? del primato. E? un po? come lo scorso anno, quando dovevo superare i 182 gol di Boniperti?uno cerca il gol per la vittoria, non per i record personali?
Sarebbe bello se riuscissi a segnarlo all?Olimpico, davanti al tuo pubblico.
?Beh, vorrebbe dire non segnare per altre due partite e sinceramente non è una cosa che voglio augurarmi. Preferirei segnare già a Treviso e poi festeggiare all?Olimpico, uno stadio che ci sta regalando delle grandi emozioni?.
In effetti, il nuovo stadio piace a tutti?
?E? magnifico! Lo avevo già apprezzato lo scorso anno, quando ho partecipato con la squadra alla cerimonia di apertura delle Paralimpiadi, ma certo, giocarci è un?altra cosa. A parte la bellezza dell?impianto, mi piace l?atmosfera che si respira: credo che il pubblico si diverta di più rispetto agli altri anni, vuoi perché la visuale è migliore rispetto al Delle Alpi, vuoi perché la società sta facendo degli sforzi importanti per creare un clima di festa ad ogni partita?.
Trezeguet e Nedved, proprio dal nostro sito, hanno già invitato i tifosi ad abbonarsi?
??E se permettete lo faccio anch?io, perché, a parte le vittorie, la cosa più bella delle partite giocate in casa finora, la nostra arma in più, è stata vedere finalmente lo stadio pieno, non posso che augurarmi che sia sempre così, per tutta la stagione?.