Archivio

Archivio Giugno 2006

FORZA PESSO,NON MOLLARE!

27 Giugno 2006 3 commenti

FORZA PESSO,NON MOLLARE!

16.37 Le condizioni di Pessotto sono definite ‘stabili compatibilmente alla grave situazione generale’ in un bollettino emesso dai medici. L’ex calciatore e’ tutt’ora sottoposto a intervento endovascolare per ‘embolizzazione delle lesioni arteriose’. In particolare nella caduta ha riportato la lesione dell’arteria ipogastrica di sinistra e una conseguente emorragia retroperitoneale. Ha anche riportato fratture varie.

15.57 Gianluca Pessotto e’ attualmente sottoposto a un intervento di angiografia da parte del primario di radiologia interventistica professor Claudio Rabbia al pronto soccorso dell’ospedale delle Molinette di Torino. L’intervento serve per arginare l’ emorragia interna provocata dalle fratture.

15.27 ”L’ho saputo dal Televideo. Sto partendo immediatamente per Torino”. Sono le uniche parole pronunciate al telefono da Vanni Pessotto, 32 anni il prossimo 4 giugno, centrocampista dello Spezia e fratello minore di Gianluca. In scadenza di contratto, Vanni Pessotto era oggi ancora alla Spezia. Alla societa’ ligure formalmente e’ legato fino al 30 giugno 2006. ”Vado all’Ospedale delle Molinette – ha aggiunto Vanni Pessotto, parlando con un giornalista – non posso dire altro, sono molto scosso ”.

14.58 Andrea Griva, portavoce dell’Ifil (la finanziaria del Gruppo Agnelli) ha riferito alcuni importanti dettagli medici della condizione di Gianluca Pessotto. ”In questo momento i medici stanno effetuando accertamenti all’ospedale Molinette – ha detto – e sembrerebbe escluso il trauma cranico. Al momento non sono però escluse emorragie interne. Non è stato trovato alcun biglietto nel quale Pessotto abbia lasciato qualche dichiarazione”.

14.02 L’ex giocatore ed attuale team manager della Juventus, Gianluca Pessotto è precipitato della sede del club bianconero. Pessotto è stato trasportato in gravi condizioni all’ospedale Molinette di Torino. Ha riportato fratture multiple ed è in prognosi riservata, ma non è in pericolo di vita.
Intanto spunta l’ipotesi di tentato suicidio (era solo ed aveva un rosario in mano).

Secondo la prima ricostruzione della polizia, Pessotto sarebbe caduto dal sottotetto (e non dalla finestra come sembrava inizialmente) ad un’altezza di oltre dieci metri e sarebbe precipitato su alcune auto in sosta. Prima è finito su un’Alfa 147, poi è rimbalzato su una Lancia Phedra ed è quindi finito a terra.

Stupore e sgomento tra gli Azzurri per quel che e’ accaduto a Pessotto, precipitato dall’abbaino della sede della Juve. ‘Sono sconvolto – ha detto Cannavaro – Pessottino e’ l’uomo piu’ buono di questo mondo’. ‘Era qui con noi l’altro giorno – ha detto Marco Materazzi – molti di noi hanno giocato con lui in Nazionale. L’augurio e’ che si riprenda presto’.

i 2 romamerdisti a casa dal mondiale

24 Giugno 2006 2 commenti

totti non serve a nulla…… de rossi degno rapresentante del popolo giallomerdoso

roma passaporti falsi ecco le condanne……. roma deve andare in b!

13 Giugno 2006 5 commenti

Dieci mesi di reclusione per il presidente della Roma Franco Sensi, nove mesi per Marcos Cafu. Queste le richieste fatte dal pubblico ministero romano Angelantonio Racanelli a conclusione della requisitoria nel processo per i passaporti falsi.

Il rappresentante della pubblica accusa ha chiesto anche la condanna del calciatore Gustavo Bartelt (9 mesi), del padre Oscar (1 anno), della moglie di Cafu Regina Feliciano (9 mesi), del procuratore brasiliano Cristoforo Colombo (1 anno e 3 mesi), della dipendente della Roma Rosangela Monteiro (9 mesi), del funzionario comunale Sergio Garulli (1 anno). La condanna a 9 mesi di reclusione e” stata chiesta anche per i calciatori Mauricio Hector Pineda, Mauro Esteban Navas, Jorge Roberto Quinteros e Celso Ayala.

ITALIA – GHANA 2-0

13 Giugno 2006 4 commenti


12 Giugno 2006

Lunedì 12 giugno l’Italia parte bene nel Mondiale e sconfigge ad Hannover il Ghana per 2-0 al termine di una gara non facile, sbloccata nel primo tempo grazie a Pirlo e messa al sicuro da Iaquinta a dieci minuti dal termine.

I ragazzi di Lippi si sono dimostrati all’altezza dal punto di vista fisico e questo era l’aspetto più importante contro un’avversaria davvero prestante da questo punto di vista. Bilanciato l’aspetto della sfida meno favorevole ai colori azzurri, alla distanza sono emersi i punti di forza dell’Italia rispetto al Ghana: esperienza e concentrazione.

Nel primo tempo si registrano un palo esterno di Gilardino ed una traversa interna di Toni, oltre a qualche occasione favorevole non sfruttata dagli azzurri o sventata da Kingston, portiere capace di alternare prodezze a interventi insicuri. Per il Ghana un paio di palle-gol, tutte sfociate in conclusioni a lato di poco.

Nel secondo tempo il ritmo della gara è calato, seppur i valori in campo si siano confermati in sostanziale equilibrio. Il Ghana ha vissuto sugli spunti di un’incontenibile Essien,al quale l’Italia ha oppostole geometie di un ispirato Pirlo, votato migliore in campo e la corsa inesauribile di Perrotta. Bene anche Zaccardo.

Da verificare le condizioni di Francesco Totti, toccato duro e costretto ad uscire dal campo in leggero anticipo rispetto a quanto previsto alla vigilia. Non dovrebbe essere nulla di grave.

L’Italia raggiunge la Repubblica Ceca in vetta al gruppo E, anche se un gol separa le due squadre, a vantaggio di Pavel Nedved e compagni, bravi, nel tardo pomeriggio, a superare per 3-0 gli USA.

E ora fate anche i barzellettieri?

6 Giugno 2006 1 commento


L?A. C. Milan si ribella alla campagna di stampa organizzata nei suoi confronti e ispirata da motivi che non attengono esclusivamente al diritto-dovere di informazione.

Si ipotizza del tutto arbitrariamente una sorta di ?sistema Milan? sia fornendo interpretazioni scorrette di spezzoni di trascrizioni di telefonate, sia, addirittura, forzando le prudenti e sagge parole del Dott. Borrelli, sia trasformando in un invito a comparire l?incontro, programmato cordialmente, tra Adriano Galliani e il Prof. Guido Rossi.

La finalità di questa disinformazione è manifesta: si intende trasferire il processo e le relative valutazioni alla piazza, sforzandosi di generare parallelamente un concerto di suggestioni maliziose in chi deve indagare e in chi deve decidere.

Le abbiamo sentite di tutte i colori,ma i milanisti che si lamentano dei propri dipendenti è davvero il colmo.Sono MESI che è la Juventus la squadra PERSEGUITATA da tutti gli scagnozzi di casa Milan(la Gazzetta è SCANDALOSA,TG COM e il fido Paolo Ziliani stanno mettendo in scena degli editoriali VERGOGNOSI!,striscia e le iene che non fanno altro che le battutine sulla Juventus per l’intera puntata,oscurando il Milan,telegiornali ignari del Sistema Milan,disinformando la gente).Intercettazioni simulate con attori e toni PER NIENTE FEDELI AGLI ORIGINALI.E NESSUNA SU QUELLE DI MEANI,BEN PIU’ GRAVI.E ora che piano piano esce anche il pelatino nelle intercettazioni ecco che si comincia a frignare,in pieno STILE MILAN e ci si aggrappa alla stampa di Torino,L’UNICA che NON E’ SERVA DEL REGIME BERLUSCONIANO.E ora non ci stiamo più,veramente,contro questo autentico tiro al bersaglio nei nostri confronti.

LA VERITA’ è che il BBilan è messo MOLTO MA MOLTO peggio della Juventus.Ma dalla stampa,non lo sentirete MAI DIRE.

VERGOGNA!

CHI COMPRA LA GAZZETTA O VEDE LE TRASMISSIONI MEDIASET NON E’ JUVENTINO!

Primavera in semifinale

5 Giugno 2006 1 commento

La Juventus approda alle semifinali del campionato Primavera. I bianconeri hanno superato nei quarti i pari età della Sampdoria grazie alle reti di Venitucci nel primo tempo e di Paolucci nella ripresa, che ha siglato il gol del definitivo 2-1, dopo il momentaneo pareggio di Foti per i blucerchiati.

Ora i ragazzi di Chiarenza affronteranno il Palermo martedì 6 giugno, alle ore 21.00, a Rimini. I rosanero si sono qualificati alle semifinali superando l?Udinese nei quarti con un 2-1 maturato nell?ultimo minuto del secondo tempo supplementare. Chi tra i bianconeri e i siciliani supererà il turno incontrerà, nella finalissima di Rimini, la vincente dell?altra semifinale che metterà di fronte Fiorentina e Milan.