Home > Serie A > A Cagliari per vincere

A Cagliari per vincere

11 Aprile 2006

La 34° giornata potrebbe rivelarsi una tappa fondamentale nella storia di questo campionato, sia per quanto riguarda la lotta di vertice, sia per le ultime posizioni della classifica. Si giocherà con un giorno di anticipo, per rispetto delle festività pasquali: la Juventus sarà impegnata sabato a Cagliari e quando scenderà in campo conoscerà già il risultato del derby di Milano che si giocherà venerdì sera. Un risultato, inutile nasconderlo, che interessa particolarmente ai bianconeri, chiamati nelle ultime giornate ad amministrare il consistente vantaggio di sette punti in classifica sul Milan. Gli uomini di Capello non sono però abituati a fare troppi calcoli e, qualunque sia lâesito dellâanticipo, scenderanno in campo con lâunico obiettivo di centrare la vittoria.

Compito questo, ben più arduo di quanto la classifica possa far intendere: il Cagliari, complice il rocambolesco pareggio contro il Palermo nella 33° giornata, è in quartultima posizione, con due soli punti di vantaggio sul Messina e si trova invischiato nella lotta per non retrocedere. Facile quindi prevedere che i sardi scenderanno in campo con uno spirito particolarmente combattivo; a questo si aggiunga il fatto che, al SantâElia, gli uomini di Sonetti hanno conquistato ben ventiquattro dei trentatre punti ottenuti sinora, perdendo in due sole occasioni contro Milan e Reggina. La buona vena del Cagliari tra le mura amiche è confermata anche dai gol subiti: appena tredici, meno di un quarto delle quarantasette reti incassate complessivamente. Statistiche queste, rafforzate dalle ottime prestazioni dellâex bianconero Chimenti, arrivato in Sardegna a gennaio e subito protagonista.

Se si sposta lâattenzione sul reparto offensivo, lâuomo da tenere dâocchio è ovviamente David Suazo, che da solo ha realizzato la metà esatta dei gol messi a segno dal Cagliari durante il campionato: ben diciassette su trentaquattro. Contro la difesa bianconera, la migliore del campionato, lâhondureno avrà comunque vita dura. Il reparto arretrato della Juventus, esattamente come lo scorso anno, è il meno battuto della serie A ed è significativo il fatto che a questa supremazia si vada ad affiancare un nuovo, ennesimo primato. Con la sfida di Cagliari la Juventus eguaglia infatti il numero di giornate passate in testa alla classifica che fu stabilito dal Milan di Capello tra il 1991 e il 1993. Un record in realtà già matematicamente battuto, visto il vantaggio di sette punti in classifica sui rossoneri.

  1. Dave71
    13 Aprile 2006 a 14:23 | #1

    Sempre è solo forza Juve… mannaggia sta Champions League che ci manca da 10 anni!!!!!

I commenti sono chiusi.