Home > Serie A > Livorno, che bei ricordi!

Livorno, che bei ricordi!

16 Marzo 2006

Archiviata la supersfida contro il Milan, la Juventus fa visita al Livorno, con ancora vivo lo splendido ricordo dello scorso anno, quando, proprio allâArmando Picchi, i bianconeri celebrarono la conquista del ventottesimo scudetto, arrivata due giorni prima, grazie al pareggio tra Milan e Palermo che cucì matematicamente il tricolore sulle casacche della Juventus.

A distanza di poco meno di un anno gli uomini di Capello tornano in Toscana con il rassicurante vantaggio, a nove giornate dal termine, di dieci punti sui rossoneri, un distacco che i bianconeri vogliono quantomeno mantenere inalterato; per riuscirci, dovranno superare un ostacolo tuttâaltro che agevole: il Livorno di questâanno è una delle formazioni più impegnative della serie A, come dimostra la classifica. Il sesto posto proietta gli amaranto in piena zona Uefa e conferma una volta di più lâottimo lavoro svolto prima da Donadoni e poi da Mazzone. Dei quarantaquattro punti sin qui ottenuti dai toscani, otto in più rispetto allo stesso periodo della passata stagione, ventisette sono stati conquistati allâArmando Picchi, dove, a parte il Milan, più di una âgrandeâ è stata fermata sul pareggio, leggasi Inter e Roma, o addirittura battuta, come la Fiorentina.

Come lo scorso anno, lâattacco amaranto è guidato da Cristiano Lucarelli; per capire quanto la punta sia preziosa nello scacchiere del Livorno, basti considerare che dei 30 gol realizzati in campionato dai toscani, ben 14 portano la firma del bomber. Se il primo compito di Cannavaro e compagni sarà arginare lâattaccante toscano, qualora riuscisse a recuperare dallâinfortunio che lâha costretto a saltare la partita contro il Parma, il reparto offensivo dei bianconeri si troverà di fronte la quarta difesa del campionato (a pari merito con quella della Roma), con ventinove gol subiti. Per la Juventus, a segno in trasferta da venti gare consecutive, altro nuovo record stabilito dagli uomini di Capello, si tratta di una sfida esaltante che potrebbe dare alla sua classifica unâulteriore, preziosa spinta.

I commenti sono chiusi.