Archivio

Archivio Aprile 2005

un uomo un campione

28 Aprile 2005 Commenti chiusi


L?annuncio di Ferrara

Ciro Ferrara, straordinario difensore napoletano e bandiera della Juventus annuncia: ?Ho deciso di lasciare il calcio. Per il 9 giugno allo stadio San Paolo di Napoli, proprio dove è cominciata la mia carriera, sto organizzando una bella serata di sport con amici e colleghi?.

Dopo aver vinto 7 scudetti, 1 coppa dei Campioni, 1 coppa Intercontinentale, 1 supercoppa europea, 1 coppa Uefa, 2 volta la coppa Italia e 5 volte la Supercoppa italiana, essere stato una bandiera del Napoli e della Juventus e aver vestito la maglia azzurra, Ciro Ferrara dunque lascia il calcio, all?età di 38 anni compiuti lo scorso 11 febbraio.

Andrea ti ricordiamo sempre

26 Aprile 2005 3 commenti

Il 25 aprile di dieci anni fa è prematuramente scomparso il grande campione Andrea Fortunato. La Juventus Football Club vuole ricordare la sua grande passione per lo sport e l?esemplare onestà che hanno scritto indimenticabili pagine della storia del calcio e dello sport. Le sue doti umane e calcistiche siano esempio sempre vivo per tutti i calciatori di oggi e di domani.

Verso Juventus-Inter

18 Aprile 2005 3 commenti

Juventus e Inter arrivano a sfidarsi dopo aver vissuto identiche sensazioni nell?ultima settimana: entrambe eliminate dalla Champions League, sono subito riuscite a riscattarsi in campionato.

I bianconeri, sotto di un gol dopo pochi minuti contro il Lecce, hanno reagito come solo una grande squadra è in grado di fare, sommergendo i pugliesi con 5 gol, ritrovando un Nedved in ottima vena e un Ibrahimovic ispirato, autore di una sontuosa tripletta. Un successo importante che ha permesso agli uomini di Capello di mantenere la vetta della classifica in solitaria, visto il passo falso del Milan a Siena.

Anche i nerazzurri sono tornati alla vittoria, regolando il Cagliari a San Siro, con un 2-0 timbrato da Ze Maria e Martins; un segnale importante per una squadra che in campionato, è già da tempo tagliata fuori dalla lotta scudetto, complice l?incredibile numero di pareggi e il passo mantenuto da Juventus e Milan. Quando la rimonta sulle prime della classe era ancora possibile, i nerazzurri sono incappati in una sconfitta sfortunata nel derby, la prima della stagione, e hanno dovuto definitivamente abbandonare i sogni tricolori.

Il lavoro di Mancini, mirato a dare alla squadra personalità e gioco spumeggiante, ha comunque gettato delle ottime basi per il futuro: l?Inter è una squadra composta da campioni e ha dimostrato durante tutto l?arco del campionato, una notevole capacità di reazione nei momenti di difficoltà. Una capacità che la Juventus ben conosce: all?andata, dopo una prestazione autoritaria i bianconeri conducevano per 2-0 a San Siro, ma si cono visti rimontare nei minuti finali. Anche per questo, al Delle Alpi, gli uomini di Capello vorranno chiudere subito il conto.

In memoria dell?Heysel

13 Aprile 2005 5 commenti

?Ci ha condotto qui il desiderio di ricordare ed onorare quegli amici bianconeri che furono vittime della tragedia e di esprimere ai loro familiari la solidarietà e l?affetto di tutto il mondo juventino.?
Con queste parole il Presidente Franzo Grande Stevens ha aperto la cerimonia di commemorazione che si è svolta oggi pomeriggio in forma strettamente privata presso la sede della Juventus, per ricordare le 39 vittime che la sera del 29 maggio 1985, nel settore Z dello stadio dell?Heysel, persero tragicamente la vita.

La cerimonia si è svolta dinanzi al monumento che ? voluto dalla Juventus ed inaugurato a un anno esatto di distanza ? è dal 29 maggio 1986 all?interno della sede del Club, per ricordare le 39 vittime e la loro voglia di vero sport.

Erano presenti: per la Juventus, il Presidente Franzo Grande Stevens, l?Amministratore Delegato Antonio Giraudo, il Vice Presidente Roberto Bettega, il Direttore Generale Luciano Moggi ed il Direttore Commerciale Romy Gai; per il Liverpool, il Presidente David Moores ed il CEO Rick Parry. Oltre ai capitani delle due squadre, hanno partecipato Otello Lorentini ? Presidente del Comitato permanente contro la violenza nello sport ?Roberto Lorentini e Giusy Conti? ? Raffaele De Santis ? Presidente del Comitato delle Vittime di Francia e Belgio ? Ian Rush, Phil Neal, Giampiero Boniperti e l?arch. Dante Grassi, autore del monumento.
Lennart Johansson e Lars-Christer Olsson, Presidente e Chief Executive UEFA, che non hanno potuto partecipare, hanno inviato un messaggio, che è stato letto durante la cerimonia.

Al termine della cerimonia Del Piero e Hyypia hanno posto ai piedi del monumento un mazzo di 39 rose bianche.

Juventus ? Liverpool

11 Aprile 2005 6 commenti

Mercoledì sera si gioca il ritorno dei quarti di finale di Champions League tra Juventus e Liverpool.
C?è grande attesa per questa partita e ancora una volta, dopo l?affascinante sfida contro il Real, al Delle Alpi dovrebbe esserci il tutto esaurito.All?antivigilia infatti restano invenduti appena 3000 biglietti.

La Juventus deve rimontare il 2-1 subito ad Anfield. Quella giocata martedì scorso è stata una partita dai due volti: la prima mezzora infatti i bianconeri hanno subìto la pressione dei padroni di casa che hanno conquistato il doppio vantaggio grazie ai gol di Hyypia e Luis Garcia. Poi è venuta fuori la squadra di Capello che con Cannavaro ha realizzato un gol davvero pesante, che lascia ampie speranze di qualificazione.

Gli altri quarti di finale si giocano tra martedì e mercoledì.

Martedì 12 aprile:
Inter ? Milan
Bayern Monaco ? Chelsea (la vincente affronterà la vincente di Juventus ? Liverpool in semifinale)

Mercoledì 13 aprile:
Juventus ? Liverpool
Psv Eindhoven – Lione

cento anni di juve

9 Aprile 2005 7 commenti


Centenario del primo scudetto

100 ANNI DAL PRIMO SCUDETTO E 100 ANNI IN SERIE A

?Domenica 9 ebbe luogo il nuovo incontro tra la prima squadra del Genoa Cricket Club e l?Unione Sportiva Milanese per il campionato nazionale. Le due squadre segnarono entrambe due goal. Così la squadra di Genova segna in totale cinque punti e quella di Milano un punto. Il Club Juventus di Torino vince così con sei punti per la prima volta il Campionato Nazionale.?

(?Stampa Sportiva?, 16 aprile 1905)

Rispettando i giorni di lutto nazionale per la morte del Santo Padre, la Juventus comunica di aver sospeso ogni iniziativa legata alla celebrazione dei 100 anni dal primo scudetto, conquistato dalla Juventus il 9 aprile 1905.

1905 ? 2005: cento anni esatti dal primo scudetto e cento anni di permanenza costante in serie A, un risultato che nessuna squadra, oltre alla Juventus, ha mai raggiunto.

Foto e formazione del 1905:

in piedi: Armano, Durante, Mazzia; in ginocchio: Walty, Goccione, Diment; seduti: Barberis, Varetti, Forlano, Squire, Donna.