Archivio

Archivio Febbraio 2005

un momento nero

24 Febbraio 2005 Commenti chiusi


Juventus-Siena chiude un mese di febbraio che non ha portato troppa fortuna agli uomini di Capello, agganciati in vetta alla classifica dal Milan. Il Siena al contrario, nell?ultimo mese pare rinato. I toscani hanno avuto, per buona parte della stagione, un problema evidente: segnavano poco, pochissimo. E per una squadra che punta a ripetere quanto di buono fatto nella scorsa stagione, conquistando la salvezza, la carestia sotto porta è un male grave, che ha tenuto gli uomini di De Canio negli ultimi posti della classifica, impedendo loro di raccogliere qualche meritato punto in più.

Il potenziale in avanti, sulla carta, è di ottimo livello: Chiesa e Flo sono due attaccanti complementari, che in carriera hanno segnato valanghe di reti, eppure nei primi mesi di campionato il miglior goleador della squadra è stato Portanova, un difensore all?esordio in serie A. Nelle ultime settimane però, complice il risveglio di Chiesa, la squadra toscana ha cominciato a far fruttare il gioco espresso, colpendo la porta avversaria con maggior incisività.

Buone nuove per Luigi De Canio, che può ora contare anche sul ritrovato Chiumiento, stella della Juventus Primavera nella scorsa stagione, passato quest?anno in prestito ai toscani e autore, due settimane fa, del suo primo gol nella massima serie. La storia tra le due squadre deve ancora essere scritta. Il Siena è approdato in serie A solo lo scorso anno e quindi esiste un unico precedente con la Juventus: il 4-2 del gennaio scorso, con un Del Piero scatenato, autore di ben 3 gol.

sivori

18 Febbraio 2005 Commenti chiusi


E? morto Omar Sivori

E’ morto Omar Sivori. Lo straordinario campione italo-argentino, che scrisse pagine indelebili della storia bianconera, si è spento ieri, giovedì 17 febbraio, all?età di 69 anni. La Juventus lo ricorda con grande affetto e porge le più sentite condoglianze alla sua famiglia.

Enrique Omar Sivori nacque a San Nicolas il 2 ottobre 1935 e debuttò nel massimo campionato argentino a 19 anni con la maglia del River Plate, squadra con cui vinse i titoli nazionali del 1955 e 1956, segnando 56 reti in due anni. Nel 1957 arrivò alla Juventus con cui vinse gli scudetti del 1958, 1960 e 1961, anno in cui si aggiudicò il Pallone d’Oro, e le coppe Italia del 1959 e 1960, stagione in cui vinse anche il titolo di capocannoniere, e 1965. In totale giocò 278 partite in serie A con 146 reti all’attivo. Resta storico il gol che Omar siglò a Madrid nella partita di ritorno dei quarti di finale di Coppa Campioni contro il Real (1-0) disputata il 21 Febbraio 1962. Questa rete permise alla Juventus di essere la prima squadra ad espugnare il Santiago Bernabeu nelle coppe Europee. Lascerà la Juventus nel 1965 approdando al Napoli dove per alcune stagioni darà ancora spettacolo in coppia con un altro asso: Josè Altafini. Un fatto curioso accomuna Sivori con il gol??in tutti i suoi esordi nel calcio italiano è andato sempre a segno almeno una volta.

Con la nazionale italiana Sivori partecipò al Mondiale del 1962 in Cile e collezionò in totale 9 presenze e 8 reti, dopo averne raccolte 19 con la selezione sudamericana con cui vinse la coppa America nel 1955 e nel 1957. Chiusa la carriera nel 1968, fu allenatore del Rosario Central, del River Plate e della nazionale argentina, che guidò al Mondiale del 1974 in Germania. Negli ultimi anni collaborava con la Juventus come osservatore per il Sudamerica.

Le statistiche:

Sivori Enrique Omar
Nato a San Nicolas (Argentina) il 2/10/1935
Vittorie con Juventus:
3 campionati 1958, 1960, 1961
3 coppa Italia 1959, 1960, 1965
Pallone d?Oro 1961
Capocannoniere campionato 1959/60 con 27 gol.
Presenze in Nazionale 9
Gol in Nazionale 8

Presenze in campionato con Juventus 215
Gol in campionato 134
Presenze Coppe Europee 15
Gol Coppe Europee 8
Presenze Coppa Italia 23
Gol Coppa Italia 24
Totale presenze 253
Gol totali 166

Esordio campionato
08/09/57 Juventus-Verona 3-2 1 gol
Esordio coppa Italia
15/06/58 Biellese-Juventus 2-4 2 gol
Esordio coppe Europee
24/09/58 Juventus-Wiener S.K. 3-1 3 gol
Esordio nazionale
25/04/61 Italia-Irlanda del Nord 3-2 1 gol

dicono di noi

16 Febbraio 2005 3 commenti

LA GAZZETTA DELLO SPORT

VALORE AGGIUNTO CAMORANESI
Cross, assist, grinta e ora anche i gol: com?è cresciuto l?azzurro di Argentina
(Paolo Forcolin)

CANNAVARO ZITTISCE TUTTI
?Ci davano per finiti, ma siamo in testa dall?inizio della stagione.?
(Luca Taidelli)

TUTTOSPORT

LA VERITA? SECONDO CAPELLO
?Il gruppo è unito, le mie scelte sono compiute solo per il bene della squadra?
(Vittorio Oreggia)

Dopo l?infortunio al tallone
CANNAVARO SICURO: ?TRANQUILLO, A MESSINA CI SARO??
(Stefano Pasquino)

CORRIERE DELLO SPORT ? STADIO

Le solite cattiverie

Juventus-Udinese

14 Febbraio 2005 6 commenti


Juventus-Udinese 2-1

Grande partita della Juventus, che davanti al proprio pubblico conquista una bella vittoria battendo l?Udinese per 2-1. Il vantaggio arriva dopo appena 30 secondi: Emerson lancia Ibrahimovic che entra in area e con un destro rasoterra batte De Santis (1-0). Al 14? potrebbe arrivare il raddoppio ma il destro al volo che Trezeguet fa partire dal limite dell?area finisce fuori di un soffio. Al 26? Camoranesi serve Emerson, la cui conclusione viene allontanata dalla difesa dell?Udinese. Il monologo juventino viene interrotto al 31? quando Di Natale scende sulla sinistra, crossa al centro, ma Fava non ci arriva. La squadra di Capello si fa avanti con una serie di pericolose offensive alle quali si oppone la difesa avversaria, mentre al 35? è De Santis ad allontanare un?insidiosa punizione di Del Piero dal limite sinistro dell?area di rigore.

La ripresa inizia con Blasi in campo al posto dell?acciaccato Cannavaro. Juventus in avanti fin dal primo minuto a caccia del raddoppio, che sfiora con un colpo di testa di Del Piero e centra al 4?, quando Camoranesi si libera di quattro avversari, scambia con il capitano e sul passaggio di ritorno fa partire un gran sinistro che si stampa sotto l?incrocio dei pali (2-0). Al 10? ci prova Emerson di testa e quattro minuti più tardi ancora l?italo-argentino in grande giornata, ma questa volta il suo tiro è deviato in angolo. Si fa viva la squadra di Spalletti in un paio di occasioni: al 14? con una conclusione alta di Di Michele, al 24? con Jankulovski, il cui sinistro viene deviato in angolo da Buffon, alla sua prima parata del match. Intanto Capello opera la sua seconda sostituzione: Pessotto in campo per Trezeguet. Al 29? una bella punizione di Del Piero, poi sostituito da Zalayeta, viene deviata in angolo. Ancora qualche offensiva juventina nel finale, poi il gol di Di Michele a tempo quasi scaduto per il definitivo 2-1.

JUVENTUS-UDINESE 2-1
RETI: 1?pt Ibrahimovic, 4?st Camoranesi, 47?st Di Michele
JUVENTUS: Buffon, Zebina, Thuram, Montero, Cannavaro (1?st Blasi); Camoranesi, Emerson, Zambrotta; Del Piero (37?st Zalayeta), Ibrahimovic, Trezeguet (22?st Pessotto). All. Capello. A disposizione: Chimenti, Ferrara, Pessotto, Birindelli, Appiah, Blasi, Zalayeta.
UDINESE: De Sanctis; Bertotto, Sensini (43?st Belleri), Felipe; Zenoni, Pizarro, Muntari (24?st Pinzi), Jankulovski; Mauri (1?st Di Michele), Fava, Di Natale. All. Spalletti. A disposizione: Handanovic, Kroldrup, Pinzi, Di Michele, Pazienza, Pierini, Belleri.
Arbitro: Rodomonti
AMMONITI: 22?pt Cannavaro, 8?st Muntari
SPETTATORI: 20.632
INCASSO: 403.016

indifferenza

1 Febbraio 2005 2 commenti


Solo questo di te mi resta quando non posso guardarti, quando non trovo il coraggio per dirti che ancora ti voglio. Lo so, anche se non lo dici e ti nascondi per mostrarti forte, lo so che vuoi di più e amarmi e ridere e piangere mai ti basta. Lo sai, anche se sei lontana, che sempre riuscirò a trovarti e rinnovare con la fiamma antica tutti i colori della vita amica