Archivio

Archivio 11 Dicembre 2003

no sò

11 Dicembre 2003 Commenti chiusi

parole parole parole
confusione

juventussss

11 Dicembre 2003 6 commenti


Sette risposte a tutti e la Juventus riparte, proprio come aveva chiesto Lippi. Il momento non facile viene superato nel migliore dei modi. Nell’ultima sfida del Gruppo D di Champions League, i bianconeri conquistano il primato matematico e sommergono i greci dell’Olympiacos. Al Delle Alpi finisce 7-0 con doppietta di Trezeguet (uscito poi per infortunio) e reti di Miccoli, Maresca, Di Vaio, Del Piero e Zalayeta. I bianconeri volano agli ottavi insieme alla Real Sociedad che doma il Galatasaray. Venerdì i sorteggi. Si torna in campo a febbraio. E da domenica riparte in campionato con la sfida con il Parma, ancora a Torino.

L’avventura iniziata il 17 settembre con la gara con il Galatasaray ha la sua conclusione. Si chiude il Girone D di Champions League, ancora con una sfida interna per i bianconeri che al Delle Alpi ospitano l’Olympiacos. E per chiudere in maniera trionfale la prima fase manca davvero poco ai ragazzi di Lippi: un solo punto e poi arrivederci a febbraio, non prima di aver conosciuto la rivale degli ottavi (sorteggio in programma venerdì a Nyon).

Non è indubbiamente un momento ottimale in casa Juventus e il match con i greci costituisce un buon trampolino di lancio per ripartire. Domenica c’è il Parma e anche alla luce del non facile scontro con gli emiliani, Lippi rivoluziona ancora l’undici sceso in campo sabato a Roma: Chimenti in porta, difesa con Birindelli, Iuliano, Montero e Pessotto (oggi 300ª con la Juve), centrocampo con Zalayeta, Tudor, Conte e Maresca, Miccoli e Trezeguet sono le punte.

Fa freddo al Delle Alpi, come naturale che sia. E anche questo contribuisce all’avvio lento delle due squadre. Gli ospiti ci provano soprattutto da fuori ma Chimenti non corre mai pericoli. Almeno fino al 10′ quando il portiere pugliese deve salvarsi su Djordjevic. I padroni di casa si affidano soprattutto alla fantasia di Miccoli e Maresca. Al 14′ è infatti proprio una giocata del salernitano a sbloccare la gara: splendida incursione a sinistra e tocco magistrale per Trezeguet che deve solo deviare nella porta vuota. Per Trezegol, terzo centro stagionale in Europa. Al 18′ il pericolo arriva da Zalayeta: controllo e sinistro da fuori che esce non di molto. Ma il raddoppio è solo rimandato. Miccoli trova il giusto premio al suo inizio di gara e per tutto quanto di buono fatto in questa Champions League segnando il primo gol continentale della sua carriera con un sinistro rasoterra che brilla per precisione e potenza.

E’ una Juve che diverte e si diverte. E che dilaga. Minuto 25: lancio di Maresca per Miccoli che in invola e centra basso per Trezeguet che non ha nuovamente problema a concedere il bis personale: 3-0. Dominio totale al 27′ quando anche Maresca mette la sua firma sul punteggio insaccando il 4-0 ribattendo alla grande una respinta di Eleftheropoulos sul solito Miccoli. Sempre e solo Juve. Maresca prova anche l’eurogol con una botta al volo da fuori ma un avversario ribatte, mentre Trezeguet è anticipato di un soffio dall’estremo greco. Al 36′ gloria anche per Chimenti che esce alla grande su Castillo. Al 39′ grande Birindelli a destra (il lancio è del solito scatenato Maresca) e cross per Zalayeta il cui colpo di testa a botta sicura finisce fuori di un soffio dopo una deviazione ospite. Il tempo si chiude con un altro intervento plastico di Chimenti su piazzato di Djordjevic.

Ripresa. Pochi secondi e bianconeri subito vicini al pokerissimo. Azione di Miccoli a sinistra e centro per la testa di Trezeguet che Eleftheropoulos si trova fortunosamente sui piedi. L’Olympiacos ha un sussulto e al 5′ Castillo manda alto dopo aver superato anche Chimenti. Al 12′ è Pessotto a negare la gioia del gol ai greci salvando sulla linea un colpo di tacco di Karembeu. Sul ribaltamento di fronte succede di tutto nell’area ospite. Miccoli salta anche il portiere e da posizione impossibile riesce a colpire clamorosamente due pali. Ma il peggio deve ancora venire: Trezeguet si butta sul pallone, mette a lato e rimane a terra dopo un contatto con lo stesso Eleftheropoulos. Il francese esce il barella e al suo posto entra Di Vaio. Il nuovo entrato potrebbe arrotondare subito ma non trova il tocco decisivo a pochi passi dalla porta. Ma il gol è nuovamente solo rimandato per il romano che insacca ancora su imbeccata di Miccoli: 5-0 al 18′.

Al 21′ scocca anche il momento di Del Piero, in campo per Miccoli. E il capitano non si fa pregare. Primo pallone toccato ed 6-0, su perfetto tocco di Di Vaio. Il modo migliore per festeggiare un premio importante: la prima presenza in coppa dopo l’infortunio, consente a Del Piero di raggiungere Scirea in testa alla classifica europea dei bianconeri di tutti in tempi. Ora la gara procede stancamente, con i greci demoralizzati e i bianconeri a provarci di tanto in tanto. Ma quando la palla è buona non perdonano, come al 35′ quando Zalayeta inzucca di testa un corner di Maresca per il 7-0. Entra anche Zambrotta per Iuliano. Prima della fine l’Olympiacos va in gol con Castillo, ma il guardalinee annulla per fuorigioco. Finisce 7-0 e la Juve vola agli ottavi nel migliore dei modi.

Notiziario medico
11 12 2003
Il giocatore Lilian Thuram non sarà disponibile per le prossime tre partite
del mese di dicembre per curare con fisioterapia un’infiammazione alla
caviglia destra. Il suo recupero è previsto per i primi di gennaio.

David Trezeguet, in seguito alla contusione alla caviglia destra rimediata
nella partita contro l’Olympiakos, non è stato sottoposto ad alcun esame
strumentale. Le sue condizioni verranno valutate domani.

Miccoli: “Contento per il mio primo gol”
11 12 2003

(La Presse)
Alla fine ce l’ha fatta, Fabrizio Miccoli, a trovare il suo primo gol europeo con la maglia della Juventus. Una traversa contro l’Olympiacos all’andata, un incrocio dei pali otto giorni fa con il Galatasaray e questa volta la meritata gioia. Un sinistro, potente e preciso, decisivo per tagliare subito le gambe ai greci a pochi minuti dal vantaggio di Trezeguet.

Il piccolo attaccante leccese può quindi sorridere e commentare così il momento dei bianconeri: “Questo gol lo cercavo da un po’ di tempo. Sono contento che sia arrivato stasera, ma sono contento soprattutto per la prova della squadra. Abbiamo reagito bene e domenica dobbiamo cercare di fare altrettanto, sapendo che la gara con il Parma sarà ancora più importante. In questi giorni il gruppo è rimasto compatto e siamo stati tutti uniti. Siamo sicuri che usciremo da questa situazione anche in campionato”.